Lettori fissi

venerdì 24 maggio 2013

TEATRO

" La regia nonché la splendida interpretazione di Nella Natoli risveglia nello spettatore tanti momenti di riflessioni, con punte di tensione drammatica fino a sorrisi di intesa con le parole veritiere e amare di questa vedova, chiamata pazza dal marito e finita in manicomio.
100_4094_mod
La moglie del defunto scrittore narra la storia della loro vita insieme, di come ogni persona che avesse avuto contatti intensi con lui fosse diventata magicamente protagonista dei suoi racconti; come ogni donna sedotta dall’illustre drammaturgo fosse descritta minuziosamente nei suoi libri, senza risparmiarsi polemiche e accuse nei riguardi del marito. Tante le considerazioni e il continuo parallelo tra ciò che era la vita della moglie vissuta ogni giorno con un artista e ciò che invece era l’arte, che è eterna, come il busto in bronzo di Rosso di San Secondo.
100_4099_mod
100_4101_mod

5 commenti:

Rita ha detto...

Brava Nella, e complimenti a tutta la tua compagnia teatrale
Un abbraccio
Rita

Alessandra ha detto...

e bravaaaa. sei anche attrice di successo, complimenti un bacio Adk

flavia ha detto...

complimenti Nella!
stupisci me e molti altri per la tua bravura!!!
a presto!

nella ha detto...

Grazie a Rita,ad Alessandra e Flavia!
Il teatro ha sempre avuto un ruolo importante nella mia vita, lo studio la pazienza...e l'impegno sono stati gli elementi essenziali per ottenere dei buoni risultati, certo il talento è stato fondamentale...!!!
Un affettuoso abbraccio!

Rosa ha detto...

Complimenti Nella! Sono felice per questo successo! Te lo meriti! Ottima la scelta di questo scrittore verista, a torto poco conosciuto. Io l'ho approfondito ai tempi dell'università e mi è rimasto impresso l'atto unico "Il rosario" . Lo conosci?